Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

BAWER ALTAMURA VINCE E CONVINCE

Lunedì 23 Marzo 2015 in News

Grande prova di carattere degli altamurani che piegano l'Adria

Era una gara assolutamente da vincere quella contro Bari e così è stato. Gli uomini di Laterza ci hanno messo grande impegno e professionalità, ma soprattutto grande cuore, per portare a casa due punti fondamentali in termini di classifica. Laterza, per l'occasione, oltre a rinunciare al lungodegente Calia, deve fare ancora a meno di Di Marzio e convoca Manicone nonostante lo stato influenzale. Premesse di certo non ottime, ma il coach altamurano chiede ai suoi di aggredire i produttori di gioco avversari e di sfruttare le lunghe leve di Koprivica e Barozzi, visto che dentro l'area dell'Adria il solo Maietta poteva impensierire i due lunghi altamurani. Coach Lo Izzo ha sofferto la giornata no del suo cecchino Albanese e di Ciocca, e l'eccessivo nervosismo di De Bellis. Purtroppo il sempre verde Delli Carri, con i suoi 23 punti, e un Maietta, ispiratissimo anche dalla distanza, non sono stati sufficienti per rispondere colpo su colpo alle sortite offensive altamurane. La Libertas, dopo un primo tempo di assoluto equilibrio, 44-36, ha piazzato lo strappo decisivo al rientro dagli spogliatoi, il break di 13-0 è stato frutto di una difesa ad uomo stretta sui migliori due uomini degli avversari, grande concentrazione a rimbalzo con ben 36 palle recuperate, un Korpivica infallibile da sotto canestro e un Barozzi perfetto dalla lunetta. Si è chiusa, quindi, 85-71, una bellissima sfida che ha appassionato tutti i presenti.

LA CRONACA

Laterza parte con il solito starting-five, Fui, Radovic, Barozzi, Koprivica e De Bartolo, mentre l'Adria risponde con Albanese, Delli Carri, Maietta, De Bellis e Ciocca. La gara viene aperta da Koprivica in post basso, mentre Bari sparacchia da tre con De Bellis e Albanese. Al 4-0 firmato Radovic, risponde con un 0-5 il Bari firmato dalla bomba di un super Delli Carri. I locali approfittano dell'imprecisione da 3 degli avversari, che cercano di trovare punti dagli spazi lasciati oltre l'arco dagli altamurani. La conseguenza è che i rimbalzi sono tutti preda di Barozzi, il quale, come Koprivica, finirà in doppia doppia. La gara viene animata da due bombe consecutive, una di Maietta e l'altra di capitan Fui. I Ritmi diventano infernali, gli attacchi scatenati. Si viaggia sulla più totale parità, quando una bomba di De Bartolo, prima, e un canestro di Barozzi portano Altamura sul +4, 17-13. Il time-out di Lo Izzo è una logica conseguenza, e al rientro il contro break è servito, pari 17. il leit-motiv della gara è lo stesso, con Altamura che prova a fare la lepre, ma con Bari che è sempre li. Alla fine del primo quarto il punteggio è sul 23-23.

Al rientro Fui scalda il polso con la seconda tripla, mentre dall'altra parte i baresi subiscono una buona difesa avversaria e lasciano passare i 24''. Dopo 2'40'' di gioco Laterza chiama il suo primo time-out, scontento dei passaggi a vuoto in attacco dopo l'immane fatica fatta per tenere in difesa. La situazione non cambia di molto, anzi, Bari si porta sul +3 grazie alla bomba di un Maietta immarcabile. Dall'altra parte, allora, Favia, prova a scaricare da tre, ma gli arbitri sanzionano il fallo a De Bellis che si innervosisce e per proteste si becca un tecnico (forse anche dolce come sanzione viste le reiterate proteste faccia a faccia con la coppia arbitrale). Questo non fa altro che scaldare il pubblico altamurano, il quale esulta sul 3su4 di Favia dalla linea della carità. Sul successivo possesso De Bartolo scarica ancora da 3 e l'Altamura ribalta il passivo. Lo Izzo, allora, chiama un time-out e lascia in panca De Bellis. Nell'ultimo giro di lancette Barozzi porta i suoi sul +8. Si va negli spogliatoi sul 44-36.

Al rientro il Bari, si sa, è squadra che riesce a dare il meglio di se, ed, infatti, si parte subito con Delli Carri che scarica da tre. Barozzi prova ad emularlo, ma il tentativo da tre finisce sul ferro, ma Koprivica è attentissimo a recuperare il rimbalzo e a concretizzare. Questa azione apre un break di 13-0 che spacca la partita, Bari non riuscirà a ricolmare più il solco scavato dai murgiani. Laterza, nonostante questo, chiama time-out in quanto la Bawer poteva fare ancora meglio in attacco, mentre in difesa l'attenzione era altissima. Al rientro il solito Maietta sblocca i suoi, Radovic in penetrazione tiene alta la concentrazione, ma Delli Carri da oltre l'arco prima e in penetrazione poi, prova a riavvicinare i viaggianti, con il suo parziale di 5-0. Allora è Radovic a caricarsi la squadra sulle spalle e a tagliare come un burro la difesa avversaria, mentre in difesa va a recuperare palla e a concludere un contropiede magistrale. La partita è incalzante e avvincente, Albanese prova a riaccendersi da tre, poi Radovic è costretto a lasciare il posto a De Bartolo, gravato già di 3 falli, per infortunio ad un polso. Ma è proprio De Bartolo a non far rimpiangere il montenegrino e ad andare a canestro. La Libertas è in palla e va a chiudere il tempo con 4 punti consecutivi di Barozzi, sul 70-53.

Al rientro è ancora Maietta da 3 a non voler gettare la spugna. Delli Carri, allora, prova a dare continuità. Lo Izzo prova a giocarsela e rimanda in campo De Bellis e Albanese, mentre Laterza risponde con De Bartolo per Rainò, entrato per far rifiatare gli esterni, anche carichi di falli. Fui, allora, da tre, prova a ricacciare in dietro gli avversari, mentre Koprivica va a canestro dopo aver recuperato l'ennesimo rimbalzo in attacco. La Libertas, allora, mette le ali e con la schiacciatona di Barozzi si porta sul +20. Bari, però, non alza bandiera bianca e si rifà sotto, costringendo Laterza a chiamare time-out. Al rientro a fil di sirena, Barozzi se ne inventa una delle sue, scaricando da tre la palla che fa tremare il palazzetto. Bari, allora, è spacciata e Lo Izzo manda dentro tutti gli under. C'è solo il tempo per veder spegnersi i riflettori del palazzetto che fanno ritardare di qualche minuto la fine del match. Altamura batte Bari 85-71.

Ora non bisognerà abbassare la guardia, il prossimo avversario è Cerignola, l'ennesima finale di stagione.

 

Parziali: 23-23, 44-36, 70-53, 85-71 (23-23, 21-13, 26-17, 15-17)

 

tabellini Bawer Libertas Altamura: Fui 9, Barozzi 19, De Bartolo 19, Radovic 15, Koprivica 20, manicone, Favia 3, tamborra, Rainò, castellano, Coach laterza, Vice coach De bartolo

 

Tabellini Adria Bari: Albanese 6, Delli Carri 23, Maietta 19, De Bellis 8, Cioccia 3, Bernaldi 2, Angelilli 3, Introna 6, Marino, coach Lo Izzo