Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

ALTAMURA BATTUTA DAL FOGGIA

Giovedì 24 Dicembre 2015 in News

Terza sconfitta contro le tre grandi del torneo

Trittico di sconfitte per la Libertas Altamura contro le tre corazzate foggiane. Contro il Diamond Foggia arriva la sesta sconfitta stagionale, dopo una non esaltante prestazione degli altamurani. Certamente si è fatta sentire la stanchezza dopo il supplementare contro Vieste, e proprio per questo è sembrato strano che coach Laterza abbia pochissimo utilizzato Difonzo e Santarsia, mentre abbia lasciato in panca per tutto il match Manicone. Ciò nonostante, i ragazzi biancorossi hanno lasciato troppi spazi in difesa, soprattutto al duo americano Evans-Brantley, mentre spesso sembrano andare in confusione quando Foggia faceva girare velocemente palla, trovando Cicivè e Vigilante liberi sotto canestro. Eppure la Diamond non ha giocato una delle sue migliori partite, nonostante per tutta la gara sia stata sempre avanti nel punteggio. La Libertas quando sembrava poter portarsi avanti, crollava sotto i colpi di un Brantley quasi perfetto. In attacco i murgiani ancora una volta hanno provato molto spesso la conclusione da fuori l'arco, mentre hanno chiamato pochissimo in causa Bjetelic che nella parte finale del match sembrava poter fare la differenza. Poi, però, anche lui è crollato, sul -4 quando aveva tra le mani i liberi che avrebbero messo ulteriore pressione agli avversari. L'errore ha dato la possibilità ai foggiani di ribaltare l'azione e liberare al tiro Brantley che da tre ha chiuso i conti. Da salvarsi ancora una volta la reazione del gruppo, ma, come hanno dimostrato le ultime gare esterne, a volte buttare tre quarti così non sempre ripaga.

LA CRONACA

Per la gara contro Foggia coach Laterza deve fare a meno dell'apporto di Esposito, e si presenta in 9 al Pala Russo. La formazione iniziale è la stessa per quattro quinti, con Perrucci a partire da titolare al posto di Fui. Coach Vigilante, anch'egli in 9, schiera Vigilante, Cicivè, Brantley, Evans e Padalino. Pronti via e la Libertas viene fulminata dall'azione veloce di Foggia che libera al tiro Cicivè. La gara comunque si incanale sulla scia dell'equilibrio, fino al 6 pari, quando con due contropiedi il Diamond produce un 6-0 di parziale che viene interrotto dall'uno su due di De Bartolo dalla lunetta. Sul ribaltamento di fronte Brantley con eleganza scarica da tre e questo da la carica agli avversari che rispondono grazie a due azioni dove i due lunghi dialogano a meraviglia e producono un contro break di 0-6, che porta le squadre in parità. Laterza interrompe il match per rivedere qualcosa in difesa, che fino ad allora era troppo sfilacciata, e al rientro l'errore si reitera con Cicivè a firmare il suo sesto punto personale. In un amen Foggia si ritrova nuovamente sul +6, ma questa volta sul ribaltamento di fronte Fui mette dentro la prima tripla, ma non passa molto e Brantley gli fa eco. Si va al riposo sul 24-20.

Al rientro ancora una volta i biancorossi lasciano un autostrada a Vigilante, mentre d'avanti devono fare attenzione anche ad una coppia arbitrale all'inglese, usando una metafora calcistica. Bjetelic e Barozzi,approfittano dell'assenza di Cicivè e portano i loro sul -2, ma le cose in difesa non cambiano e Evans la taglia come un burro. L'Altamura vive la fase peggiore del match con troppi passaggi a vuoto e soprattutto con tante palle perse (saranno 10 a fine gara). È comunque Vigilante a chiamare il suo primo time-out in quanto nonostante tutto Foggia non riesce a fuggire. Questo da la carica ai locali che al rientro distanziano gli avversari grazie ad una bomba di Brantley che manda tutti a prendere un te caldo sul risultato di 41-32.

La ripresa si apre con un fallo tecnico fischiato alla panchina di Foggia in quanto i giocatori hanno ritardato l'ingresso in campo. Altamura produce una tripla con Perrucci, e dopo una buona difesa, De Bartolo penetra e firma il -4. Altamura sembra esserci, e dopo la stoppata di Barozzi in difesa, i murgiani non hanno una felice lettura del contropiede che vede proprio il numero sedici altamurano tirare senza fortuna da oltre l'arco. Laterza chiama subito il minuto di sospensione per dettare gli schemi per aggirare la zona avversaria, ma al rientro in campo De Bartolo si accomoda subito in panchina dopo il suo terzo fallo, mentre gli arbitri regalano a Vigilante un canestro e un giro dalla lunetta. Altamura va in confusione, fino al -14 di Cicivè che mette dentro una tripla. Poi nonostante i timidi tentativi di Radovic e Bjetelic di rientrare, gli arbitri si ergono protagonisti e fischiano uno sfondo in attacco a Barozzi che dopo aver conquistato un rimbalzo cercava di saltare con le mani addosso degli avversari. Si va all'ultimo quarto sul 63-50.

Al rientro ancora protagonista la coppia arbitrale che fischia un tecnico inesistente a Perrucci (i motivi non sono chiarissimi), tant'è che poco dopo fanno prevalere la regola della compensazione e ne fischiano un altro a Ferramosca per proteste (anche questo eccessivo). Altamura prova ad approfittarne con De Bartolo da tre e con Bjetelic che inizia ad essere implacabile nel pitturato. A 3'09'' la Libertas è sul -5, e per Vigilante è time-out. Al rientro Radovic si accomoda in panchina per rifiatare, e Bjetelic conquista l'ennesimo rimbalzo, ma quando chiama fallo per le mani addosso degli avversari è ancora tecnico. Foggia non riesce a sfruttare il regalo e De Bartolo ancora da oltre l'arco fa 76-72, ma a 50'', dopo un'ennesima buona difesa, Bjetelic non è glaciale e fa 0 su 2. Il colpo di mannaia arriva sul ribaltamento di fronte con Brantley a scaricare da tre. Vani sono i tentativi dell'Altamura di ricorrere al fallo sistematico. La gara si chiude 83-75.

Parziali: 24-20, 41-32, 63-50, 83-75

Tabellini Diamond Foggia: Evans 13, Cicivè 13, Padalino N. 8, Brantley 24, Vigilante 16, Ferramosca 4, PadalinoA. 5, Papa ne, Vernò ne, All. Vigilante

Tabellini Libertas Altamura: Barozzi 19, Fui 4, De bartolo 14, Radovic 10, Santarsia, Manicone ne, Difonzo, Perrucci 10, Bjetelic 18, All. Laterza, Vice De Bartolo