Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

LIBERTAS A DUE FACCE: ALTAMURA SPRECA UN VANTAGGIO IN DOPPIA CIFRA E PERDE CONTRO OSTUNI

Martedì 6 Novembre 2018 in News

Non è bastato un primo tempo quasi perfetto per portare a casa i due punti, primo tempo in cui la Libertas ha tirato col 50% dal campo (con 5/10 dalla linea dei 6,75). Non sono bastati i 12 punti con cui gli altamurani sono rientrati negli spogliatoi per i dieci minuti di intervallo, e non sono bastate neanche le 9 palle recuperate dopo venti minuti di gioco. La seconda metà di gara ha raccontato una partita completamente diversa, con una Ostuni rediviva e più caparbia, e una Altamura sulle gambe e troppo imprecisa per guadagnare la vittoria.
Coach Cotrufo rilancia in quintetto base l'under Coretti, in modo da preservare De Bartolo per i momenti salienti della gara, insieme a Radovic, Spampinato, Rey Prado e Trevisan. Gli ospiti rispondono con Fiusco, Manchisi, Caloia, Kadzevicius e Walker, con Leo sesto uomo di lusso, pronto a uscire dalla panchina. Il match si mette sui binari giusti, grazie a un buon impatto (su entrambi i lati del campo) di tutti gli elementi messi in campo dall'allenatore materano. Complici le quattro triple messe a segno nel primo quarto, si va al primo mini intervallo sul risultato di 22-17. Il leitmotiv del secondo periodo è sempre lo stesso: Altamura ha in mano le redini della sfida e Ostuni è costretta a rincorrere. I padroni di casa mantengono una intensità difensiva importante, e la palla strappata da Radovic dalle mani del play avversario che scatena il contropiede ne è l'emblema. Gli uomini di Romano sembrano in preda alle giocate degli avversari, dunque si va all'intervallo sul 38-26.
Evidentemente, la strigliata dello stesso Romano sortisce l'effetto sperato: i brindisini rientrano sul parquet con un mordente diverso e la voglia di provare a rimontare. I biancorossi, invece, sembrano rilassati e distratti, la brutta copia dei cestisti visti in campo qualche minuto addietro. Ciò che accade sul campo è la riprova dell'atteggiamento delle due compagini: gli altamurani manderanno a bersaglio solo due delle diciotto conclusioni tentate nel frangente, permettendo ad Ostuni di rimontare e, addirittura, di passare in vantaggio, andando all'ultimo riposo in vantaggio di quattro lunghezze (42-46, 4-20 nel solo terzo quarto).
I dieci minuti conclusivi sono ricchi di colpi di scena e la leadership della gara cambia ripetutamente, senza che nessuno riesca a scappare in maniera definitiva, fino a quando, a un paio di giri d'orologio dalla sirena, Ostuni riesce a garantirsi il vantaggio necessario per poter chiudere la partita davanti. Il fallo sistematico altamurano si rivela inefficace, data la precisione dalla lunetta degli avversari, Arcangelo Leo su tutti. Ancora una volta, la bella cornice di tifo presente al PalaPiccinni può godere di un finale al fotofinish. Come preventivato da Cotrufo a inizio stagione, la C Gold si sta dimostrando un campionato estremamente equilibrato, in cui non ci sono match dal risultato scontato. Certo, sia sostenitori che coach auspicavano un risultato differente, ma la prima metà di gara fa ben sperare per il prosieguo della competizione.
La prossima sfida vedrà la Libertas impegnata in quel di Lecce, contro la capolista imbattuta del girone. Si giocherà domenica 11 novembre, presso il Palazzetto Ventura, alle ore 18.

Pasta Lori Libertas Altamura 65 - 69 Cestistica Ostuni
(22-17;16-9; 4-20; 23-23)

Casareale M. ne, Radovic M. 11, Coretti A., Castoro M. 10, De Bartolo V. (C) 6, Vignola I., Rey Prado N. 13, Trevisan R. 4, Barozzi D. 7, Spampinato A. 14.
All.re: Cotrufo L.

Cestistica Ostuni: Fiusco S. 2, Bruno J. 2, Manchisi T. 11, Teofilo F. 2, Leo A. 26, Caloia A. 12, Tanzarella G. (C) ne, Kadzevicius M. 4, Walker S. 9.
All.re: Fiusco C.

Arbitri: Ranieri D., Anselmi F.

#Believe

#LibertasAltamura