Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

CHAPEAU CERIGNOLA, CROLLA LA ROCCAFORTE ALTAMURANA

Lunedì 15 Dicembre 2014 in News

Un Cerignola spietato piega gli altamurani e conferma la vetta

Dura solo un quarto la resistenza altamurana che affrontava la capolista Cerignola in quella che era la sua roccaforte, infatti la Libertas non perdeva ad Altamura, dallo scorso ottobre. Purtroppo la Bawer paga le assenza di Manicone e Favia, e questo non ha permesso a coach Laterza di ruotare gli esterni, ma in fin dei conti anche Cerignola ha giocato per quasi tutto il match con sei uomini. Dopo un primo quarto di estremo equilibrio il Cerignola ha alzato il ritmo e serrato le fila in difesa, piazzando un break di 30-9 che ha tagliato le gambe agli altamurani, i quali hanno avuto il torto di effettuare poche penetrazioni e di provare soluzioni a tiro forzate. Poi al rientro, il 4° fallo fischiato a De Bartolo, ha ridotto ulteriormente gli assi nella manica di Laterza, che si è visto scivolare la gara senza che ci sia stata una reazione dei locali. Nell’ultimo quarto Cerignola ha continuato a martellare mentre gli under altamurani hanno approfittato per aumentare il minutaggio. Il Cerignola si è dimostrata una vera macchina da punti, le percentuali a fine gara lo testimoniano, 62,80% da 2, 70,83% dalla lunetta e un 40% da oltre l’arco, ma queste rasentano la perfezione nel secondo e terzo quarto. Contro avversari tosti e soprattutto in una giornata nella quale gli entrava tutto, è difficile conquistare i due punti.

Capitolo a parte è per il tifo altamurano. La città ha risposto bene all’appello della società ed ha sostenuto fino alla fine i ragazzi, anche, quando ormai il risultato era compromesso.


LA CRONACA

La decima giornata mette di fronte i seguenti starting-five: Truvillon, Castoro, Panaggio, Visaggio, Padalino per Cerignola, mentre Fui, Barozzi, Koprivica, De Bartolo e Radovic per Altamura. Pronti via e il biglietto da visita di Castoro è una bomba, che accende il pubblico ospite giunto in gran numero al PalaPiccinni, a confermare il bene che si dice su di lui, e cioè che è lui il vero americano della squadra. La Bawer sembra contratta, ma a farla sciogliere ci pensano De Bartolo prima, e Barozzi, ben servito da un no look di Fui. A quel punto la tripla di Fui da il la ad un mini break murgiano, 6-0, che porta coach Russo al primo time-out sul risultato di 13-8. Al rientro è sempre Castoro ad interrompere il digiuno e il contro break ospite porta al secondo time-out della gara, questa volta chiamato da Laterza. Al rientro c’è il tempo di vedere una tripla che non ti aspetti, firmata dal lungo Truvillon, però sul ribaltamento di fronte Di Marzio chiude il quarto sul 19-17.

Al rientro gli altamurani si annullano, un 9-0 di parziale ospite induce Laterza ad interrompere con  time-out la verve avversaria. Barozzi al rientro sblocca i suoi, ma dall’altra parte i cerignolani non ne sbagliano una. Panaggio e Padalino bombardano da 3, mentre Truvillon in post basso si guadagna la pagnotta. De Bartolo prova con una bomba a svegliare i suoi, quando si è sul 24-32, mentre Laterza prova ad alternare i lunghi. Ma la gestione palla altamurana non è fluida e Panaggio in contropiede da spettacolo con i suoi assist da dietro la schiena per i suoi compagni. L’Altamura prova una timida reazione con Koprivica, che è bravo prima a metterla, pressato dalla difesa avversaria, poi a recuperare un rimbalzo che da il la al contropiede di Fui, che viene fermato in maniera antisportiva da Castoro, a cui gli arbitri gli sanzionano solo un semplice fallo. Nella parte finale è sempre Koprivica che prova a scuotere gli altamurani con una schiacciata, ma la sirena manda tutti a prendere un te caldo sul risultato di 28-47.

Negli spogliatoi Laterza striglia i suoi e chiede da loro una reazione veemente, ma Radovic perde palla e, sul contropiede, induce De Bartolo al suo 4° fallo. Laterza, così, perde il suo play titolare e manda Di Marzio in campo, spostando in posto 3 Barozzi. La mossa non produce effetti, anzi gli altamurani affondano sotto i colpi dei viaggianti. Koprivica e Di Marzio provano a metterci il cuore e regalano qualche lampo, ma quando dall’altra parte gli avversari sono cinici e spietati, c’è poco da fare. Alla fine del terzo quarto c’è da registrare un antisportivo sanzionato a Fui che chiude la terza frazione di gioco sul 40-68.

Alla ripresa dei giochi un po’ di nervosismo fa scaldare gli animi dei giocatori e la coppia arbitrale decide di mandare anzitempo sotto gli spogliatoi Barozzi e De Bartolo per l’Altamura e Truvillon e Visaggio per il Cerignola. Laterza, allora, manda dentro tutti gli under a disposizione lasciando il solo Radovic titolare. La partita scivola via con Panaggio che mette in condizione i suoi di andare a canestro, così come Castellano, Rainò e Tamborra mettono punti a referto. Si chiude 58-92 una gara che sancisce che il Cerignola resta sola al comando della classifica.

BAWER LIBERTAS ALTAMURA 58 – OLIMPICA CERIGNOLA 92

Parziali: 19-17, 28-47, 40-68, 58-92 (19-17, 9-30, 12-21, 18-24)

Tabellini Libertas Altamura: Fui 5, Barozzi 6, De Bartolo 11, Radovic 12, Raino 2, Calia, Koprivica 6, Di Marzio 12, Tamborra 2, Castellano 2, All. Laterza, Vice all. De Bartolo

Tabellini Olimpica Cerignola: Castoro 21, Spud 15,  Vuovolo 10, Panaggio 22, Padalino 19, Visaggio 6, Angeramo 2, Russo, Mansi Di giorgio, All. Russo

Note: Antisportivo a Fui (Altamura), espulsi Barozzi e De Bartolo (Altamura), Truvillon e Visaggio (Cerignola)