Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

MANFREDONIA METTE LE ALI, CERIGNOLA TIENE IL PASSO

Mercoledì 4 Febbraio 2015 in News

Vieste e Foggia tornano a vincere, Lecce, Fasano e Castellaneta insidiano Altamura

La seconda giornata di ritorno regala ancora la stessa certezza: Manfredonia comanda il campionato. Subito dietro Cerignola che ha la meglio sull'Adria, in quel di Bari. Ne approfittano Vieste e Foggia per appaiare Bari, mentre Altamura e Ruvo restano due punti dietro. Castellaneta e Fasano vincono e tornano ad insidiare chi le precede, in coda la situazione non cambia: con Angiulli a 4, Barletta e Santeramo a chiudere con 2 punti.

Partiamo con dare merito alla capolista che nella sfida contro Altamura, ha messo in campo delle percentuali a tiro assurde. Partita combattuta per ben 35', con Manfredonia in grado di portarsi anche sul +12, grazie a Bohanon (32pnt) e Rubbera (25pnt) immarcabili. L'Altamura ha cercato di rientrare di squadra , ma la stanchezza ha prevalso e le due bombe di Aliberti (12pnt) sono risuonate nel cesto come una sentenza. ALTAMURA 71 - MANFREDONIA 90

Nonostante le difficoltà iniziali, ha rispettato il pronostico la sfida tra Foggia e Barletta, vinta dai foggiani. Dopo un primo quarto contratto, Foggia ha cominciato a carburare grazie alle giocate di Lobasso (20pnt) e Taylor (23pnt). Dal il 18-16, del primo quarto si è passati dal 64-41 del terzo. La partita è scivolata via senza patemi d'animo. Balducci migliore per Barletta (19pnt). FOGGIA 92 - BARLETTA 48

E' stata battaglia pura quella tra Lecce e Angiulli. La vittoria è andata ai padroni di casa, i quali hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio dei baresi. Alla fine del primo tempo il risultato era fermo sul 38-40 per i viaggianti, che grazie al sempre verde Vukusic (34pnt) sono riusciti a rientrare dopo un primo quarto contratto. Nell'ultimo quarto, però, è salito in cattedra il solito Marra (34 pnt). LECCE 74 - ANGIULLI BARI 64

Nonostante le assenze di Castriotta (infortunato),Guede (scelta tecnica) econ Neal a mezzo servizio, il Vieste si è aggiudicato l'incrontro di Domenica contro Santeramo. Già nel primo quarto Vieste ha espresso tutto il suo potenziale portandosi sul 18-6, ma un rilassamento generale nella seconda frazione ha fatto rientrare in partita i murgiani, 34-26. Poi però l'emorragia è rientrata e coach De Sanctis ha potuto conservare la sua imbattibilità casalinga. Migliori dell'incontro Sirena (14pnt) e Devita (13pnt). VIESTE 68 - SANTERAMO 41

Un Fasano assetato di vittorie ha piegato la resistenza di una Ruvo non perfetta in difesa. Il parzialone dei primi 4 minuti dei locali, 14-1, ha spaccato la partita. Fasano grazie a Manchisi (23pnt) e Santoro (19pnt) è riuscita a portarsi anche sul +31, prima del ritorno di Sierra (21pnt) e Rodriguez (16pnt). Ma gli uomini di coach Sordi hanno saputo tenere a bada gli avversari. FASANO 88 - RUVO 68

E' stata una gara appassionante quella di scena ad Palabalestrazzi di Bari tra le due seconde in partita. Grande inizio per i baresi con il neo acquisto Delli Carri sugli scudi (18pnt), ma alla fine del primo tempo il Cerignola era avanti nel punteggio 32-35. Dopo la pausa la reazione di Bari è stata veemente, 22-9, con Maietta a suonare la carica. Poi però Panaggio (28pnt) e Spud (29pnt) hanno ripreso in mano le sorti della gara e ribaltato il risultato. ADRIA BARI 77 - CERIGNOLA 80.

Stava per dilapidare il +18 di vantaggio, rimettendoci i 2 punti, la Valentino basket che pian piano ha lasciato campo a Brindisi. Partita giocata comunque punto a punto, ma grazie alla precisione al tiro di Resta (17 pnt) e co. i locali hanno provato a scappare. Poi però, un ultimo quarto incerto ha compromesso tutto e la Valentino si è ritrovata a pochi secondi sul 72-71. Fortunatamente la grande prestazione di Resta ha permesso a Castellaneta si di vincere ma di non recuperare il gap di svantaggio subito all'andata. CASTELLANETA 76 - BRINDISI 71

La prossima giornata vedrà la sfida tra Santeramo e Barletta importante per provare a evitare l'ultima posizione. La capolista ospiterà l'Angiulli, mentra per Cerignola la sfida contro Lecce sarà più ostica. Vieste andrà nella tana di Castellaneta, mentre ad Altamura toccherà un Foggia che vorrà rifarsi della sconfitta dell'andata. Ruvo-Adria Bari è il big match, mentre Brindisi-Fasano probabilmente determinerà quale squadra potrà continuare a rincorrere chi è più su.