Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

L’ALTAMURA ALTRA SCONFITTA AMARA

Lunedì 2 Novembre 2015 in News

Una brutta Libertas torna da Castellaneta senza punti

Seconda sconfitta consecutiva, terza in quattro gare, per la Libertas basket Altamura che cede i due punti ad una Valentino basket che trainata dal proprio pubblico fa sua una partita comunque in bilico fino alla fine. Purtroppo nel primo tempo, si è vista un’Altamura tutt’altro che brillante: molle in difesa e a tratti confusionaria d’avanti. Da salvare c’è solo la reazione dell’ultimo quarto, ma sul -2, con una situazione falli non ottimale, senza Fui, Barozzi ed Esposito, la Libertas ha ceduto. Castellaneta, quindi, ha festeggiato con i propri tifosi i 6 punti in classifica, grazie ad una vittoria fondamentale per la corsa per evitare i play-out.

Altamura si può consolare con il turno di riposo della prossima giornata, che giunge nel momento ideale, e sarà utile per ritemprare mente e fisico prima del tour de force che ci porterà al 23 Dicembre nell’ultima sfida dell’anno.

LA CRONACA

Coach De Pasquale, prima della gara, deve rinunciare a Rotolo per una tendinite, mentre Laterza è messo peggio viste le assenza di Santarsia e con Difonzo, almeno nelle intenzioni pre-gara, in panchina solo per onor di firma. I quintetti iniziali sono i seguenti: De Bartolo, Fui, Barozzi, Radovic ed Esposito per gli altamurani, mentre Acito, Salerno, Moliterni, Coleman e Resta per i valentiniani.

La partita entra subito nel vivo con Resta a muovere la retina da oltre l’arco da una parte e con Radovic in penetrazione dall’altra. Si nota subito, però, che la Libertas è disattenta e la prova è l’infilata in contropiede di Moliterni, che accende il suo pubblico con una schiacciata. Le palle perse dei viaggianti premiano i padroni di casa che con le bombe di capitan Moliterni e Acito provano ad allungare, ma si va alla prima pausa sul risultato di 19-13.

La musica non cambia alla ripresa. Coleman si sblocca sotto canestro, mentre Altamura si porta sul -5 grazie alle bombe di Barozzi e De Bartolo. Il contro-break di 6-0 rispedisce i tentativi di rientro agli avversari e la Valentino basket continua a giocare con più scioltezza, fino al 38-29 che manda tutti negli spogliatoi.

Dopo la pausa lunga la Libertas sembra rientrare, grazie al parzialone di 0-7 che costringe coach De Pasquale a chiamare time-out. Questo resta un fuoco di paglia, in quanto, i baresi si smarriscono nuovamente. Sotto la regia di Resta che detta ritmo e giocate, Castellaneta risponde con un 10-2 di parziale che infuoca il palazzetto. Questo è il punto in cui la Libertas sembra iniziare a rispondere a tono agli avversari. Il terzo quarto si chiude sul 56-46.

Negli ultimi dieci minuti gli altamurani tornano a giocare con il cuore e cominciano a rosicchiare punti, fino a quello che sarà un finale thriller. Le percentuali di Castellaneta scendono vertiginosamente, mentre Perrucci-Fui-De Bartolo bombardano da oltre l’arco e portano i loro sul -1 a 1’36’’ dal termine. Purtroppo Laterza perde in serie Barozzi, Esposito e Fui per limite di falli, giocandosi anche la carta dell’infortunato Difonzo. Quando Coleman schiaccia in tap-in, tutto sembrava chiuso, ma Radovic in penetrazione e De Bartolo e Manicone riaprono da tre. Il montenegrino, purtroppo, che molto bene aveva fatto fino ad allora, perde due volte palla e di fatto consente ai locali di portarsi sul +4. Risultato che non cambia dopo l’ultimo tentativo di Difonzo da oltre l’arco. La partita si chiude 81-77.

Prossimo incontro Domenica 15 Novembre ore 18,30 quando al PalaPiccinni arriverà il Ruvo griffato stelle e strisce.

PARZIALI: 19-13, 38-29, 56-46, 81-77

Valentino Basket Castellaneta: Salerno 11, Acito 12, Resta 18, Moliterni 18, Coleman 12; Mansueto 10, Gaudiano. Ne: Marangione, Pancallo, Scarati. All. De Pasquale

Libertas Altamura: Radovic 21, De Bartolo 17, Fui 8, Esposito, Barozzi 16; Perrucci 8, Manicone 7, Difonzo. Ne: Castellano. All. Laterza

Arbitri: Soldano di Trani (BT) e Acella di Corato (BA)

Usciti per falli: Barozzi, Esposito, Fui