Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

RUVO CON IL MAL DI TRASFERTA, PRIMA DI FASANO, FOGGIA CADE ANCORA

Mercoledì 12 Novembre 2014 in News

In testa ora sono in 5, ma la vittoria più preziosa è quella dell'Altamura

Dopo 5 giornate di campionato sono 5 le squadre in testa alla classifica (Altamura, Cerignola, Vieste, Adria Bari e Manfredonia), mentre dopo la vittoria di Fasano contro Castellaneta, resta a 0 punti solo il Santeramo. Ma analizziamo nel dettaglio le sfide della giornata.

Ancora una sconfitta per Foggia, che dopo la batosta in trasferta ad Altamura, i ragazzi di coach Papa le hanno prese anche in terra salentina. Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, anche se la lancetta pendeva più dalla parte foggiana, visto il +9 di vantaggio, alla ripresa tutto è cambiato. Marra (25pnt) per i leccesi ha acceso i suoi che hanno piazzato il parziale decisivo, 24-10. Nell'ultimo quarto i viaggianti non sono stati in grado di reagire se non con Taylor (15 pnt) e un Padalino(12 pnt), Lecce è stata spietata ed ha sfruttato bene l'assenza di un vero pivot per gli ospiti. L'arrembaggio foggiano alla fine non ha avuto buon esito. LECCE 64 – FOGGIA 61

Nell'altro scontro del Sabato, non è riuscita l'impresa all'Angiulli di fermare il forte Cerignola. Buono l'impatto del match dei baresi che, nonostante l'assenza di Vukosic, sono stati in grado di tener sotto gli avversari, 23-20. Dopo di che la musica è cambiata e la maggiore caratura degli ofantini ha avuto la meglio. Trouvillon (19pnt) e Castoro (17pnt) i migliori, ma buone risposte da parte dei giovani cerignolani. ANGIULLI BARI 51 – CERIGNOLA 83

Soddisfazione in casa Adria per l'ennesima vittoria in questo campionato, che le permette di rimanere nel gruppone di testa. Partita mai messa i discussione dagli uomini di Lo Izzo, che dall'inizio alla fine hanno sempre condotto egregiamente la gara. I baresi sono stati in grado di fare ampio turn-over per permettere ai più giovani di aumentare il minutaggio. Migliore in campo per i biancorossi Maietta (29 pnt) anche se il 6/8 da 3 di Ciocca è stato un gran bel risultato personale. Santeramo, purtroppo, resta ancora a 0 ma il collettivo cresce partita dopo partita. ADRIA BARI 98 – SANTERAMO 74

Ha festeggiato Fasano la vittoria nell'attesissimo e acceso match contro Castellaneta. Gara che i viaggianti hanno preso troppo sotto gamba, ad inizio gara, lasciando scappare i locali. Moliterni (26pnt) e Rotolo (17 pnt) però hanno riaperto le sorti del match portando a fine gara il divario di un solo punto, grazie proprio ai 10 punti consecutivi di Rotolo. Però l'ultimo attacco di Argento (12pnt) ha spento le speranze del Castellaneta di poter portare a casa due punti di una partita compromessa a causa di un inizio disatroso. Per Fasano prima vittoria in questo campionato. FASANO 70 – CASTELLANETA 66

Grande prova di forza della Bawer Altamura che nel big match di giornata ha piegato la resistenza di un coriaceo Ruvo, grazie ad un gioco collettivo a dir poco perfetto. Dopo un primo tempo fatto di botta e risposta, arricchito dalle giocate di Rodriguez (16pnt) dalle bombe di Fui (16 pnt) e da una schiacciata a dir poco spettacolare di Barozzi (18pnt), la partita nel terzo quarto ha preso una piega giusta per gli altamurani. Il parziale di 16-0 ha mandato in confusione Ruvo nonostante l'estroso Sierra (26 pnt) si sia espresso al meglio proprio nella seconda frazione di gioco. Dopo esser stati anche sul +30, Altamura ha semplicemente amministrato, lasciando però l'ultimo quarto agli avversari, 13-23. ALTAMURA 81 – RUVO 68


Non il miglior Vieste ha portato a casa due punti nella sfida contro Barletta. Squadre incerottate viste le assenze di Guede e Monacis per i garganici e Degni per Barletta, hanno cominciato il match con tanti errori. I barlettani comunque hanno tenuto testa ad una delle capoliste per un tempo, concluso sul pari 27. Al rientro Sirena (17pnt) e Neal (24 pnt) hanno rimesso le cose a posto per il Vieste, anche se la prestazione degli uomini di De Santis non è stata del tutto convincente. BARLETTA 55 – VIESTE 66

A Manfredonia la sfida tra Angel e Brindisi è stata combattuta per tutti i 40 minuti di gioco. Grande equilibrio tra le due compagini che fino al terzo quarto erano distaccate di un solo punto 41-43 per i viaggianti. Ma nell'ultima frazione di gioco i sipontini spinti dal PalaDante hanno piazzato il break che ha significato vittoria. RUbbera (26pnt) e Bohanon (24pnt) i migliori per i locali, il trio Leo(15pnt), Castellitto (11pnt) e Botrugno (12pnt) per gli ospiti. MANFREDONIA 68 – BRINDISI 59

La prossima giornata interessante saranno gli scontri tra Foggia e Manfredonia, tra Brindisi e Adria. Non potrà sottovalutare la sfida casalinga la Libertas Altamura che ospiterà il Fasano, così come Vieste che accoglierà Lecce. Infine chiuderanno la giornata Cerignola-Santeramo, Castellaneta-Barletta e Ruvo-Angiulli.

A seguire l'intervista a Vito Favia della Libertas Altamura