Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

BAWER ALTAMURA RISCATTA LA SBERLA DI MANFREDONIA

Lunedì 27 Ottobre 2014 in News

Altamura sempre avanti nel punteggio, ma la squadra non è ancora al 100%

Non tradisce le attese la sfida tra Altamura e Foggia. Doveva essere una sfida punto a punto tra le due squadre, 40 minuti di battaglia agonistica. E così è stato. L'hanno spuntata i locali, i quali, per tutta la gara, sono stati sempre avanti nel punteggio, ma hanno avuto il torto di non riuscire mai a piazzare il break decisivo, quello che avrebbe tramortito gli avversari. Laterza e De Bartolo hanno avuto subito delle buone risposte da Barozzi (fermo per un mese, ma già incisivo), Di Marzio si è riscattato della prova opaca della scorsa giornata, mentre è da sottolineare la buona prova di Manicone, che quando è stato chiamato in causa ha permesso di far rifiatare i suoi, ma ha anche dato un ottimo apporto in termini di realizzazioni. Lo staff tecnico dovrà comunque lavorare molto per limare diverse sfaccettature di gioco e soprattutto recuperare il capitano Fui apparso non ancora in condizione sotto il punto di vista della finalizzazione (con lui in partita potremmo essere devastanti). Nota dolente quel 1 su 16 da oltre l'arco e quel 8 su 20 dai liberi. Il Diamond Foggia ha, invece, dovuto fare i conti con l'assenza di D'arrisi, uno dei migliori nel roster foggiano, e con un Padalino e un Chiappinelli a mezzo servizio per via di alcuni infortuni. Purtroppo gli uomini di coach Papa hanno pagato l'assenza di un vero Pivot che potesse contrastare i centimetri avversari, mentre è da evidenziare la splendida prova di Vigilante, 30 punti per lui e ultimo a mollare.

La cronaca

Recuperato Barozzi, coach Laterza parte proprio con il numero 20 in campo, mentre al posto di Koprivica sceglie Di Marzio, a completare il quintetto Fui, Radovic e De Bartolo, con Favia, Manicone, Calia e Rainò pronti ad entrare. Il Foggia si presenta con il seguente starting five: Vigilante, Macchiarola, Lobasso, Chiappinelli e l'americano Taylor. La partenza della Bawer è bruciante: la premiata ditta Barozzi-De Bartolo impacchettano il primo parziale della serata di 6-0. Barozzi sembra ispirato in attacco dopo il mese di assenza. Laterza riserva maggiori attenzioni su Taylor, stringendo su di lui le marcature, ma i pericoli maggiori arrivano da Vigilante che prima sblocca in penetrazione, canestro condito con un giro dalla lunetta, e poi con una bomba porta i suoi sul 6-6 e costringe Laterza al primo time-out della gara. Al rientro Laterza opta per Koprivica al posto di Di Marzio, e l'Altamura bissa il parziale di 6-0. A quel punto coach Papa manda dentro Padalino N., mentre la panchina altamurana decide di mischiare le carte, mandando forze fresche in campo. Favia, Manicone e Calia sostituiscono bene i titolari e la Bawer allunga, 18-9. Dopo il minuto di sospensione chiesto dalla panchina ospite, il solito Vigilante con una bomba accorcia le distanze, ma allo scadere una penetrazione di Radovic chiude il mini tempo sul 22-12.

Nel secondo quarto Manicone da sostanza in difesa, pressando sui portatori di palla, e in attacco aprendo le danze, ma il solito Vigilante supportato da Chiappinelli provano a rifarsi sotto. De Bartolo con una tripla prova a rigettare gli avversari dietro con il punteggio, ma da allora gli altamurani cominciano la fiera dell'errore nel tiro da tre. Più volte i biancorossi si lasciano ingolosire dalla libertà concessa dalla zona avversaria dalla linea dei 6,75m. Padalino e un super Vigilante ne approfittano e portano i suoi sotto di 5, mentre Taylor stenta ad essere incisivo. La situazione falli per l'Altamura non è di certo rosea, mentre per gli ospiti in 20' di gara sono stati fischiati solo 6 falli totali. La sirena, che sancisce la fine del primo tempo, viene incontro agli altamurani, non prima, però, che Manicone depositi a canestro il pallone del 39-32.

La ripresa comincia con i viaggianti che provano con Padalino a ribaltare la situazione, ma Koprivica e Barozzi sono brutti clienti sotto canestro. Vigilante rifiata e per il Foggia i punti iniziano ad arrivare anche dalle mani di Taylor e Lobasso. Laterza cerca linfa vitale dalle rotazioni, ma la gara resta sempre in bilico. Altamura riesce comunque a controllarla, grazie ad una buona intensità difensiva, (da sottolineare la grande grinta che Radovic mette in ogni match), ma la partita non è ancora sottochiave. In un quarto dove si corre tanto e si esegue poco, si va all'ultimo mini break sul risultato di 58-48.

L'ultima frazione di gioco si apre con un antisportivo a Macchiarola che frena Radovic lanciato in contropiede. L'Altamura porta a casa solo un misero punto da questo regalo, e viene puntita da una penetrazione di Taylor. I botta e risposta diventano il leit-motiv degli ultimi minuti, e con l'esaurimento del bonus da parte di entrambe le squadre la partita viene spezzettata, il match comunque non ne risente e regala emozioni e spettacolo. Il duo Chiappinelli-Vigilante prova a suonare la carica e il foggia rientra sul -7. In quel momento a salire in cattedra è il pubblico di casa che inizia ad incitare la squadra la quale ha un sussulto di orgoglio. Barozzi comincia a metter dentro regolarmente dalla lunetta mentre Koprivica ne fa 6 consecutivi. Ma i foggiani non mollano e restano attaccati alla gara. Sul 69-59 un time-out di coach Laterza serve per dar idee e fiato ai suoi. Al rientro è Favia con un gancio a bucare la retina, mentre nell'ultimo giro di lancette gli highlander Chiappinelli e Vigilante provano a gettare il cuore oltre l'ostacolo, ma a nulla serve la bomba del numero 7 foggiano. Dopo 40 minuti il tabellone recita BAWER LIBERTAS ALTAMURA 75 – DIAMOND FOGGIA 68

Bawer Libertas Altamura 75 - Diamond Foggia 68

Parziali: 22-12, 39-32, 58-48, 75-68


Tabellini Altamura: Barozzi 18, Fui 5, De Bartolo 7, Favia 4, Radovic 9, Rainò ne, Manicone 9, Di Marzio 4, Koprivica 15, Calia 4


Tabellini Foggia: Vigilante 30, Macchiarola 1, Lobasso 2, Chiappinelli 18, Taylor 11, Padalino N 4, Padalino F 2, Bratti, Papa, Cardone