Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

OLIMPICA MOSTRA I MUSCOLI, VIESTE-ALTAMURA-FOGGIA E NARDO' NON FRENANO

Mercoledì 14 Ottobre 2015 in News

Manfredonia e Adria salgono a quota 6, Ostuni si rimette in marcia

La copertina della quarta giornata di serie C Silver va decisamente all'Olimpica Cerignola che stende dopo un ultimo quarto pazzesco la JuveTrani, alla seconda sconfitta consecutiva. Partita sempre condotta dai tranesi ma alla fine un ultimo quarto horror (32-17) per Trani, ma in versione monster per Cerignola ha consegnato la vittoria a questi ultimi (75-68), grazie alle bombe di un super Romano (19). Cerignola riprende con grande fiducia dopo la pausa.

Torna a muovere la classifica Ostuni che va a vincere una sfida che richiama antiche battaglie contro Ruvo, che non ha potuto schierare il nuovo americano. Partenza sprint per i locali i quali piazzano un 28-15 che non ammette repliche. I ruvesi più di una volta sono riusciti a farsi sotto, soprattuto con Taylor (29) ma mai ad impensierire più di tanto i gialloneri, i quali sono usciti di squadra dalle situazioni più complicate. Alla fine 5 uomini in doppia cifra con Craft autore di 19 punti. Ruvo esce sconfitta 94-77 e resta ancora a quota 0 punti in classifica.

Parte in formato diesel Bari, in svantaggio nella prima frazione (11-16), ma alla fine vincitrice di una gara intensa, chiusasi 72-60. Il Bari inizia a carburare solo nella seconda frazione grazie ad un buon Maietta (19), ma i Brindisini restano incollati al match grazie a Leo (24), fino al 55-54 degli ultimi minuti. Poi, però, un fallo tecnico fischiato a Botrugno ha praticamente chiuso la contesa.

Partita mai in discussione quella di Manfredonia che inanella la terza vittoria consecuvitva a discapito di Lecce. Non sono bastati i 27 punti di Marra a Lecce per piegare i terribili sipontini guidati da Bohanon (37).

Abbiamo lasciato le tre capoliste alla fine, come dolce. Partiamo dall'unica vittoria esterna della giornata: quella della Libertas Altamura. Partita al cardiopalma quella contro Francavilla, chiusasi 86-93 dopo un supplementare. Nonostante le assenze e una partita non perfetta, Altamura ha portato a casa i due punti con Radovic (22) autore di una partita magistrale nonostante gli acciacchi, Fui (20) e De Bartolo (21), da sottolinerare anche i 15 punti di Difonzo che ricomincia a prendere confidenza con il canestro dopo l'eccellente stagione dello scorso anno.

Permetteteci di considerare Nardò (e anche l'Udas che ha riposato) come capoliste figurative, nonostante 2 punti in meno in virtù dei turni di riposo scontati. Proprio i salentini piegano Castellaneta, che ha dovuto fare a meno in corsa di Rotolo. Un tempo è durata la resistenza ospite che ha dovuto soccombere alle sortite offensive di Bjelic (31) e co, dopo un parzialone di 27-7. Alla fine il risultato è stato eloquente, 96-60, con i soli Coleman (23) e Moliterni (12) a scollinare la doppia cifra.

Disfatta del Monopoli in terra garganica. 115-51 il risultato al termine di una gara che ha visto una sola protagonista: Vieste. Purtroppo per i viaggianti le assenze di Cippulli, Rollo e Calabretto si sono fatte sentire, mentre dall,altra parte Simeoli, Dragna e Neal (32) non hanno fatto sentire la mancanza di Williams.

96-82 finisce la sfida tra Foggia e Fasano, con questi ultimi con una classifica forse un po troppo avara. Gara molto equilibrata con Evans (32) da una parte a condurre i suoi verso la vittoria e Laquintana dall'altra ancora una volta autore di una prova autoritaria con i suoi 48 punti. Poi però un parziale di 23-0 ha spezzato le gambe ai fasanesi, tranne a Laquintana che ha cercato in tutti i modi di far rientrare i suoi ma alla fine la sconfitta e' stata inevitabile.

foto di Olimpica Cerignola

Nella quinta giornata due saranno gli scontri al vertice: Udas Cerignola- Vieste con i primi che hanno scontato il.turno di riposo ed Altamura-Nardò. L'altra capolista Diamond, invece, andrà a far visita a Monopoli. Da non sottovalutare la trasferta dell'Olimpica a Castellaneta, il palatifo e' sempre un fattore per i tarantini; così come per Manfredonia a Fasano. Brindisi-Ostuni sarà grande derby, mentre Lecce- Bari richiama derby calcistici. Ruvo-Francavilla sarà ultimo posticipo del sabato. La parola come sempre passa al campo. Buon basket a tutti