Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

CERIGNOLA TORNA SOLA AL COMANDO

Mercoledì 25 Febbraio 2015 in News

Inaspettata caduta del Manfredonia a Brindisi, Altamura piega Ruvo dopo un over-time, va al Castellaneta il derby contro Fasano

5^ giornata di ritorno, questo campionato regala ancora sorprese. Cerignola, infatti, torna a comandare la classifica, approfittando del sorprendente tonFo di Manfredonia in quel di Brindisi, Foggia ne approfitta per appaiare i sipontini al secondo posto. Subito dietro Sunshine Vieste e Adria Bari tengono il passo, mentre dietro è ancora bagarre. Altamura vincendo a Ruvo, si porta a quota 20, così come Brindisi e Castellaneta, un passo dietro resta Lecce, mentre a 16 punti il Fasano. Nelle ultime posizioni non cambia la situazione con Santeramo e Angiulli a 4 punti, mentre Barletta è il fanalino di coda a quota 2.

Partiamo subito dalla sfida della Bawer che va a conquistare i due punti in quel di Ruvo. Per tutta la gara nessuna delle due squadre è stata in grado di dominare gli avversari, lo stestimonia il fatto che i locali solo nell'ultimo quarto sono andati avanti con il massimo punteggio di +9, grazie alle giocate di Altamura (13pnt), e Rodriguez (12pnt), con quest'ultimo decisamente non in giornata. Poi però a Ruvo si è spenta la luce e l'Altamura grazie alla tripla di Fui (18pnt) ha pareggiato i conti. Nel supplementare i locali, nervosi, hanno subito due tecnici e l'Altamura non ha fatto altro che amministrare sfruttando sempre i centimetri dei suoi lunghi. A fine gara Koprivica contava 18 punti, come il capitano, mentre Sierra 29. RUVO 77 – ALTAMURA 79

E' del Castellaneta il sentitissimo derby contro Fasano. La squadra di coach Compagnone, a parte nel primo quarto, 20-23, è stata sempre avanti nel punteggio, grazie ad un Pizzo (19pnt) e Moliterni (20pnt) ispiratissimi, accompagnati da un pubblico delle grandi occasioni. Nell'ultima frazione di gioco la Valentino basket si portava avanti anche di 10 lunghezze, ma quando tutto lasciava presagire ad un finale in discesa, un super Damasco (17 pnt) porta i suoi sul -1. Fortunatamente, i biancorossi non si sono scomposti e hanno chiuso il match tra i cori dei suoi sostenitori. CASTELLANETA 75 – FASANO 66

E' caduta per la seconda volta di fila la Angel Manfredonia in quel di Brindisi. I viaggianti hanno condotto la gara per ben 35', ma nei minuti finali, la maggior fame di vittoria dei brindisini ha permesso la rimonta e il sorpasso. Ottima la prova di squadra dei biancoblu, i quali hanno mandato a referto ben 9 uomini, con Leo miglior marcatore di squadra con 18 punti. Per gli uomini di Ciociola da rivedere le scelte a tiro affrettate negli ultimi minuti e qualcosa da registrere in termini di intensità difensiva. Per gli “angeli” sipontini Bohanon ha chiuso con 23 punti. BRINDISI 77 – MANFREDONIA 73

Ha vinto non convincendo del tutto l'attuale capolista del torneo, contro una volitiva Angiulli Bari. La squadra di coach Russo, per la verità, ha sottovalutato gli avversari, privi anche dell'uomo più rappresentativo, Vukusic, ed inoltre ha dovuto fare a meno di Castoro (11pnt) uscito per infortunio. Nel terzo quarto l'inerzia impressa dagli under locali e un ispiratissimo Padalino (21pnt) hanno permesso l'allungo decisivo. CERIGNOLA 76 – ANGIULLI BARI 56.

VIESTE 81 – BARLETTA 61

Continua l'avvicinamento alla vetta dellla Diamond Foggia, vittoriosa in casa contro Lecce. Gara equilibratissima per 2 quarti, poi il maggior tasso tecnico dei neroarancio e la maggior esperienza hanno portato alla vittoria i locali. Primo tempo che ha visto un redivivo Padalino (21pnt) battersi sotto canestro e metter fieno in cascina prima dello sprint finale. Ma proprio sulla fine del primo tempo, il Lecce con un parziale di 0-8 si è rifatta sotto, 39-30. Nella ripresa ha iniziato a martellare l'americano Taylor (22pnt) che ha risposto ad ogni sortita offensiva di Marra (22pnt), ma alla fine la miglior continuità realizzativa dei locali ha prevalso. FOGGIA 80 – LECCE 68

Abbastanza semplice la trasferta di Bari contro i santermani che hanno resistito un tempo ai baresi (33-49). Coach Loizzo ha potuto così far giocare i più giovani, dando riposo ai titolari. Al Santeramo va l'onore di aver conquistato l'ultimo quarto per 20-19. Come sempre Albanese (23 pnt) top scorer della gara. SANTERAMO 60 - ADRIA BARI 87

La prossima giornata si aprirà con un'unica sfida di sabato che vedrà affrontarsi l'Angiulli Bari contro il Ruvo, che cercherà di mettersi in carreggiata dopo 2 sconfitte consecutive. Domenica da non perdere sarà la sfida tra Manfredonia e Foggia, big match di giornata, che varrà il secondo posto in solitaria, mentre Fasano-Altamura avrà il sapore di una finale per due compagini che lottano per evitare i play-out. La capolista, invece, andrà a far visita a Santeramo, mentre il Castellaneta sarà di scena a Barletta. Da non sottovalutare la sfida di Vieste contro il Lecce, così come quella di Adria Bari contro un Brindisi in forma smagliante. Giornata, quindi, che potrebbe regalare ancora tante sorprese. Quindi assolutamente da non perdere. BUON BASKET A TUTTI