Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

ECCO LA LIBERTAS! TARANTO COSTRETTA AD ARRENDERSI

Giovedì 6 Dicembre 2018 in News

La sconfitta della scorsa settimana, con annesso infortunio ad Andrea Spampinato, ancora fermo e convalescente, poteva rappresentare una botta psicologica importante, difficile da superare. Ebbene, la squadra ha mostrato carattere e personalità, tirando fuori una prestazione necessaria, propedeutica per il positivo andamento del campionato. Gli 89 punti messi a segno dalla Pasta Lori nella sfida contro Taranto rappresentano il massimo bottino offensivo di questa stagione, frutto anche dell’exploit avuto nei dieci minuti finali di gioco, nei quali la squadra ha totalizzato 29 punti, contro i 21 degli avversari.
Orfano di Spampinato, coach Cotrufo è costretto a rivedere il proprio quintetto base, mandando sul parquet Innocenzo Vignola, e confermando l’intenzione di far uscire dalla panchina Barozzi e Castoro. Caricasole, guida tecnica degli avversari, deve suo malgrado fare a meno di Arturs Dusels per la prima metà di gara, a causa di un problema burocratico. La Libertas parte bene, andando a segno con una penetrazione di De Bartolo e con un gioco da tre punti di Rey Prado, seguito da una tripla, sempre di De Bartolo. La nota davvero positiva, però, è che per assistere a un canestro degli avversari bisogna attendere il quarto minuto di gioco, quando Giovara, migliore realizzatore dei suoi con 20 punti, cancella lo zero dal tabellino del Cus Jonico con una bomba dai 6,75. Nonostante l’iniziale parziale di 10-0, gli ospiti riescono a restare a contatto, chiudendo il primo parziale sotto di soli 6 punti (23-17).
Il secondo periodo si apre con un 7-0 di Taranto, costringendo Cotrufo ad interrompere la partita con un time-out. Quello sarà l’ultimo, nonché l’unico, frangente in cui la Libertas si troverà indietro nel punteggio. Ancora De Bartolo, insieme a Rey Prado, caldissimo, riportano la squadra avanti, coadiuvati da un Milos Radovic da 10 assist totali, palesando, una volta di più, quella continuità di rendimento che, da sempre, contraddistingue le prestazioni del montenegrino su entrambi i lati del campo. Dopo 20 minuti, il tabellone recita 44-32.
Alla ripresa, Taranto, grazie a una serie di giocate strepitose di Simaitis, riesce ad arrivare fino al -5. Tuttavia, le incursioni di Radovic, le palle rubate da De Bartolo e, ancora, la vena realizzativa di Rey, ricacciano indietro il pericolo, nonostante il terzo periodo si chiuda 16-19 in favore dei tarantini.
Gli ultimi dieci minuti sono quelli in cui Cotrufo e i suoi devono solo amministrare il vantaggio senza smettere di giocare: tra le fila altamurane, è Castoro, protagonista di una prestazione decisamente positiva (chiude con 19 punti, più del 50% al tiro e la solita percentuale perfetta dalla lunetta), a demolire definitivamente le speranze del CUS. Nel finale, la Libertas dilaga e la partita si conclude col punteggio di 89-72. Da segnalare anche il discreto impatto di Riccardo Trevisan, maggiormente impiegato anche per via delle rotazioni ridotte a causa degli infortuni.
Nel calendario della Pasta Lori, i due prossimi match contro Mola di Bari e Monteroni rappresenteranno il più importante banco di prova della stagione, fino a questo momento. Chiudere l’annata con due vittorie significherebbe rilanciarsi definitivamente in classifica dopo una partenza altalenante.

Pasta Lori Libertas Altamura 89 - 72 CUS Jonico Taranto

(23-17; 21-15; 16-19; 29-21)

Pasta Lori Libertas Altamura: Miglionico F. ne, Radovic M. 14, Castellano S. ne, Castoro M. 19, De Bartolo V. (C) 18, Vignola I., Rey Prado N. 26, Trevisan R. 8, Barozzi D. 4, Spampinato A. ne.
All.re: Cotrufo L.

CUS Jonico Taranto: Bitetti D. 2, Carenza A. ne, Martignano L. 4, Pannella G. 8, Mattei M., Tabbi A. 6, Baraschi S. (C) 3, Giovara M. 20, Simaitis D. 15, Dusels A. 14.
All.re: Caricasole G.

Arbitri: Menelao F., Stanzione M.

#Believe

#LibertasAltamura