Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

ALTAMURA TRA SORRISI E AMAREZZA

Martedì 21 Marzo 2017 in News

Altamura si salva ma con tanti rimpianti

Si chiude il secondo campionato di Serie C Silver disputato dalla Libertas Altamura e lo si fa centrando l'obiettivo minimo di inizio anno: LA SALVEZZA. Oggi dopo 7 mesi resta quasi l'amaro in bocca per come si è conclusa la stagione, visto che gli altamurani si sono piazzati decimi non c'entrando i play-off, per di più a pari punti con altre 3 squadre. L'Olimpica si è guadagnata la post-season in virtù degli scontri diretti a suo favore, mentre Ruvo alla fine ha evitato i play-out, anche se nell'ultima giornata aveva la possibilità di salire sul carro delle migliori 8 (dopo l'Udas logicamente), mentre Foggia si andrà a giocare i play-out contro Martina Franca.

Certo a leggerla così sembrerebbe una disfatta, ma in fin dei conti non lo è stato. Ad inizio anno, leggendo i vari roster, Altamura, probabilmente era catalogata tra le squadre che avevano un mezzo piede in D, con un organico di soli italiani, a parte l'altamurano di adozione Radovic, e con il solo innesto di Maietta. Ma a metà del girone di andata avevano fatto vedere di che pasta erano fatti, vincendo contro Foggia, Nardò e Mola. Purtroppo il calo di inizio 2017, che puntualemente ogni anno si ripresenta, dopo lo stop delle vacanze natalizie, ha creato molti grattacapi a coach De Bartolo, che anche con l'aiuto di Vignola e Richardson, non è riuscito a trovare la continuità del gioco che voleva. L'ultima gara, in quel di Francavilla, è stata decisiva. La Libertas è stata ferita, si è accasciata a terra, ma si è rialzata, andando a vincere una partita non semplice in terra straniera.

Alla fine come detto la categoria è salva, forse la squadra e la società hanno vissuto il momento più duro della loro giovane vita (forse solo l'anno dei play-ou in D è paragonabile) ma bisogna prendere i lati positivi anche dagli eventi negativi, metabolizzarli, lavorarci su e tornare più forti di prima.

Ora subito al lavoro per il prossimo anno.