Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

ALTAMURA SUPERA AL FOTOFINISH L'OSTUNI

Domenica 29 Gennaio 2017 in News

Ci è voluto un overtime per avere la meglio sulla coriacea Cestistica

Torna alla vittoria la Libertas Altamura, dopo lo stop in esterna a Mola che aveva reso la classifica dei murgiani non più tanto felice. Per l'occasione De Bartolo ha pensato di schierare in quintetto Vignola, per francobollarlo a Manchisi, mentre in panchina è stato lasciato proprio il play De Bartolo, per inserirlo in corsa e aumentare il livello dei suoi in corso d'opera. Dall'altra parte, coach Capozziello fa a meno del cm e kg di Masciulli, che avrebbero fatto certamente comodo ai gialloblu. La gara, a tratti non bellissima, viste le basse percentuali a tiro, ha visto Ostuni andare avanti anche di 11 lunghezze, senza mai però essere in grado di allargare la forbice, mentre Altamura, giocando bene in difesa, ha risentito dei tanti errori al tiro. Quando la gara sembrava scivolare via a favore dell'Ostuni, ecco l'intuizione di coach De Bartolo che ha di fatto ribaltato l'inerzia del match: Maietta inserito in posto 3, con Richardson e Barozzi in campo. Gli ostunesi, con i loro lunghi carichi di falli, hanno faticato a reggere l'onda d'urto altamurana che però, all'ultimo secondo, si è infranta per due volte sul ferro, a causa di uno 0/2 di Barozzi dalla lunetta, che ha regalato un supplementare ai viaggianti. L'inerzia non è, comunque, cambiata. Capozziello ha perso Reginald e Teofilo, per 5 falli, trovando in Smith quel contributo avuto nelle altre gare, ma ben tenuto da un sontuoso Radovic in questa. Nonostante il pericoloso -1, all'ultimo secondo De Bartolo guadagna un fallo EVIDENTISSIMO (con due uomini che gli mettono le mani addosso) che lo manda in lunetta e regala i due punti ai murgiani. Alla fine della gara, poi, un atto di vandalismo vede coinvolti i sostenitori dell'Ostuni che, non prendono bene la sconfitta, e pensano bene di rompere un vetro del parapetto della gradinata.

LA CRONACA

Ancora una novità nel quintetto di partenza dei murgiani: Vignola, parte dall'inizio al posto di De Bartolo, assieme a Maietta, Radovic, Perrucci e Richardson. Dall'altra parte Ostuni schiera Manchisi, Reginald, Smith, Mihalic e Teofilo. Sin dall'inizio si fa a sportellate sotto canestro, dopo 5 punti consecutivi di Richardson, ma Reginald gli prende le misure e inizia a martellare il canestro, anche se lo statunitense altamurano riesce a farsi fare fallo dagli avversari, che alla fine peseranno sull'economia del match. Dopo un 10-4 iniziale, Ostuni prende in mano le redini del gioco e inizia a trovare punti importanti anche dalla panchina con Vorzillo e dalle doppie chance regalate dai rimbalzi degli attenti ostunesi. Altamura tiene comunque gli avversari sotto tiro, infatti De Bartolo da 3 firma il 17-18 che chiude la prima frazione.

Il secondo tempo inizia in maniera scoppiettante, con Reginald che regala al pubblico una bella schiacciata, mentre Maietta fa vedere all'americano che da oltre l'arco non deve lasciarli centimetri. Fui firma il +4, ma in un amen Tanzarella apre il break di 0-11 che destabilizza le certezza altamurane. È Barozzi a disegnare un assist al bacio per Richardson che interrompe la moria locale, mentre dall'altra parte si capisce che la difesa del montenegrino sta sfiancando Smith stranamente avaro di punti. Altamura riesce quindi a rifarsi sotto, andando alla pausa lunga sul 29-33.

Nella ripresa comincia il festival dell'errore, che però premia i viaggianti che portano il loro massimo vantaggio a +11. Coach De Bartolo le prova tutte ma i biacorossi non vanno oltre il -8, che si tramuta in +10 per la Cestistica grazie ad un buon Calisi che penetra nonostante di fronte si trovasse Barozzi e Richardson.

Sul 37-47, con Teofilo e Reginald a riposarsi in panca, molti avrebbero pensato che sarebbe stata dura per gli altamurani riprendersi, ma la scelta di De Bartolo di mettere Maietta da 3, ha i suoi frutti. Perrucci e Radovic aprono le danze, ma poi è proprio Maietta che trova spazio da oltre l'arco e scarica da 3 il pallone che vale un buon parziale di 7-0, che si traduce in 14-0 mandando i tifosi altamurani in disibilio. Dop 6'02'' di gioco Ostuni trova la via del canestro con Teofilo, e la partita torna a giocarsi punto a punti, con la Libertas che questa volta può gestire 5 punti di vantaggio. Reginald-Smith-Vorzillo però non ci stanno e firmano il controsorpasso, 55-56, ma alla fine la gara con 3'' di gioco ce l'ha tra le mani Barozzi che fa 0/2 dalla lunetta ed è overtime.

Altamura comincia bene con Richardson, ma Tanzarella si inventa un tiro da tre, ben marcato da Perrucci, ma a questo gli fa eco la bomba di Maietta che da serenità ai suoi. Per la Libertas sembra fatta quando a turno Teofilo e Reginald si accomodano in panchina, ma è Smith a salire in cattedra e a rispondere colpo su colpo ai tentativi altamurani di chiuderla. Anche quando Vorzillo sbaglia dalla lunetta, Smith si fionda sul rimbalzo e concretizza un gioco da tre che vale il -1. La Libertas ha il tempo di costruire l'ultima azione. La palla finisce tra le mani di De Bartolo che viene di fatto aggredito da Smith e Manchisi, fallo che gli arbitri sanzionano con un giro dalla lunetta. Il primo va a segno ed il secondo viene sbagliato volutamente. La sirena sancisce la fine della gara 69-68 con i murgiani a festeggiare, mentre i tifosi avversari che non prendono serenamente la sconfitta e si dilettano a rompere un vetro del parapetto delle gradinate, personaggi che con lo sport non dovrebbero avere nulla a che fare.

TABELLINI LIBERTAS ALTAMURA: De Bartolo 5, Radovic 12, Perrucci 15, Fui 3, Maietta 14, Richardson 12, Barozzi 6, Colonna ne, Vignola 2, Castellano S. ne, All. De Bartolo

TABELLINI CESTISTICA OSTUNI: Smith 16, Mihalich 5, Faraci ne, Manchisi 13, Reginald 16, Teofilo 3, Tanzarella 6, Calisi 2, Petraroli ne, Vorzillo 7, All. Capozziello

Note: Tecnico a Capozziello, 5 falli Reginald e Teofilo