Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

IL 2018 INIZIA CON IL SORRISO

Lunedì 8 Gennaio 2018 in News

Altamura parte bene ma bisogna dare continuità

Si riparte con il piede giusto, questo era l'auspicio di fine 2017 e questo è stato Domenica scorsa nella sfida contro Lupa Lecce. Partita non semplice visto che i giallorossi, proprio all'andata, inflissero la prima sconfitta stagionale alla Pasta Lori. Altamura, come è successo 8 volte su 9 in questo campionato, non si è spaventata dei vari Mocavero, Malaventura e Paiano, ma dentro la roccaforte delle proprie mura ha difeso con i denti il bottino conquistato nel primo tempo. 10 minuti di appannamento non hanno scalfito la voglia di vincere dei biancorossi che hanno rischiato di essere riacciuffati a 3' dal termine, ma si sono ritrovati in un amen su un sicuro +7. Come accennato più volte, ora serve dare continuità a queste vittorie, inanellandone qualcuna anche fuori dalle proprie mura, partendo da Domenica contro Martina.

LA CRONACA

Coach Santoro parte con un quintetto lungo: Mocavero, Paiano e Malaventura, scendono in campo per dominare il pitturato, e assieme ai cecchini Colella e Sirena il mix tra centimetri e corsa è fatto. Coach Ambrico, che avrebbe potuto contrapporre il trio di ariosità Barozzi-Biagini-Vukovic, decide di continuare con il proprio copione e manda in campo il solito starting-five. Scelta azzeccata perchè la Pasta Lori sfodera una prestazione monster in difesa, con De Bartolo a picchiar duro nonostante si trovi a marcare mister Malaventura, e Radovic a matare in attacco vestendo come sempre anche i panni dell'assistman. Dopo il 10-7 di metà quarto, la Libertas ingrana e mette la museruola ai lupi che segnano con il contagocce. 23-7 è il giusto risultato con cui si chiude la prima frazione di gioco.

Ambrico soddisfatto chiede maggior apporto alla panchina, Vignola e Loperfido rispondono presente, mentre Barozzi firma il +20 massimo vantaggio (alla fine saranno 19 i punti dalla panchina). I salentini sembra quasi non capirci più nulla, le letture in fase difensiva sono spesso sbagliate e lasciano ampi spazi agli avversari, mentre d'avanti nonostante gli ingressi di Ferrilli, Caloia e Lasorte non si riesce a ritrovare il bandolo della matassa. Altamura non affonda il colpo ma tiene i viaggianti a distanza dedita chiudendo il primo tempo sul 39-22.

Nella ripresa, dopo un inizio punto a punto, si rivive un incubo. La Libertas molla l'osso, e Lecce ringrazia. Una tripla dell'inossidabile Mocavero a 2'24'' dal termine porta i giallorossi sul -14. Lecce vede la luce e Malaventura allo scadere firma il 55-43.

Negli ultimi 10' c'è solo il Lecce, fino al 58-54 di Sirena, che subito dopo la firma recupara palla ma sbaglia la bomba del -1. Sul ribaltamento di fronte Monacelli accende il pubblico con una tripla. Lecce chiama time-out, ma Barozzi scarica ancora da tre, +10. Altamura vola sulle ali dell'entusiasmo. Mocavero è l'ultimo a gettare la spugna ma De Bartolo da tre da la mazzata definitiva alla gara. I leoni possono ruggire, i lupi sono caduti.

Pasta Lori Libertas Altamura: Biagini 6, De Bartolo 12, Monacelli 8, Vukovic 10, Radovic 16, Castellano ne, Fui, Loperfido 2, De Palo ne, Vignola 5, Barozzi 12, All. Ambrico

 

Lupa Lecce: Malaventura 15, Colella 2, Mocavero 16, Sirena 8, Paiano 7, Quaranta 1, Zezza, Rizzatone ne, Caloia 3, Lasorte, Ferrilli 7, All. Santoro

Parziali: 23-7,39-22,55-43 71-59 (23-7, 16-15,16-21, 16-16)

Note: Tecnico a coach Santoro

Arbitri: Claudio Campanella e Giuseppe Mazzilli