Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

AD ALTAMURA ARRIVA LA CORAZZATA RUVO

Venerdì 7 Novembre 2014 in News

Fui & co. dovranno vedersela con Sierra e Rodriguez

Il secondo derby murgiano è un inedito. L'Altamura, infatti, non ha mai incontrato sulla sua strada la squadra ruvese. Una squadra che in molti danno come la meglio attrezzata per navigare nelle parti alte della classifica. In articoli precedenti avevamo elogiato il lavoro svolto dalla società RUVESE, la quale non solo ha confermato gente come Arbore e il giovane Di Salvia, ma ha tesserato Sierra e Rodriguez, i due tenori della squadra. Parlando di basket giocato, invece, il Ruvo, nelle prime quattro uscite, ha fatto registrare 2 vittorie e altrettante sconfitte. Trasferte indigeste per gli uomini di Lovino, che ha sofferto squadre come Adria Bari e Castellaneta, mentre senza problemi la vittoria contro Fasano.

Nella sfida precedente Arbore e compagni se la sono vista contro un'altra corazzara: il Vieste. La gara è stata tirata per tutti e quattro i tempi, con Ruvo ad inseguire, ma che nell'ultimo periodo è stata brava, supportata da un sempre verde Sierra, a piazzare il parziale decisivo, sfruttando le difficoltà di Vieste di attaccare la zona. La dinamicità di Sierra e Rodriguez portano le squadre avversarie a marcare loro, lasciando molti spazi ad Arbore e Picuno, bravi a punire dalla lunga il primo e sotto le plance il secondo. L'unica pecca di questa squadra sembra essere, forse, la panchina corta, e conseguentemente il problema più grande per coach Lovino è quello di centellinare le forze durante l'arco dei 40'.

L'Altamura, dopo la vittoria di Brindisi, deve riprendere la concentrazione per questo big match. Roster completo per Laterza e De Bartolo che in settimana hanno incrementato i ritmi negli allenamenti per migliorare la tenuta atletica. Vedremo se lo staff tecnico sarà in grado di migliorare l'intesa tra esterni e i pivot, sfruttando i centimetri dei pacchetto dei pivot, molto più assortito degli avversari. Unico neo è un piccolo fastidio al ginocchio di capitan Fui.

La sfida, quindi, si preannuncia spettacolare e sicuramente da non perdere. Coloro i quali hanno problemi cardiaci restino a casa perchè vogliamo un PalaPiccinni rovente.