Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

ULTIMA PARTITA DEL 2014 A VIESTE

Venerdì 19 Dicembre 2014 in News

Gli Altamurani dovranno affrontare la trasferta di Vieste senza Barozzi, De Bartolo, Manicone e Favia

Citare la parola Vieste, per gli altamurani mette sempre un brivido dietro la schiena. Perché tornano alla memoria le gesta di una squadra che, proprio nella roccaforte dei garganici, conquistò vittoria e strappò il biglietto per l'accesso diretto alla serie C. Una gara che difficilmente quei 50 tifosi, che affrontarono la lunga trasferta, potranno dimenticare, non solo per il risultato, ma anche per un'atmosfera che l'Omnisport ha regalato e anche per la grinta e il cuore messo in campo dai dieci leoni murgiani.

Tornare all'Omnisport è un piacere non solo per questi ricordi, ma, anche, per lo spettacolo che sa regalare una città all'interno di un contenitore di sport. Vedere un pubblico appassionato che segue la sua squadra in gran numero, e non solo in casa, ti fa capire che il basket va oltre lo sport.

Ma veniamo, invece, al basket giocato. Le due squadre, le matricole terribili del campionato, arrivano al match con gli stessi punti, ma con due situazioni differenti. Per la Bawer la situazione è critica: oltre agli infortunati Favia e Manicone, coach Laterza dovrà fare anche a meno di Calia, infortunato ad una coscia, Castellano indisponibile, Barozzi e De Bartolo. Gli ultimi hanno subito la sentenza della Fip Puglia che li ha squalificati il primo per due giornate e il secondo per tre, per i fatti accaduti durante la gara di Cerignola. A Laterza e De Bartolo si chiederà, sicuramente, di lavorare soprattutto sotto il profilo psicologico, affinché i ragazzi non si diano già per vinti. I problemi ci sono e bisognerà conviverci ancora per qualche giornata, quindi, l'obiettivo è non abbattersi. Inoltre, sicuramente, si chiederà un po' di carattere agli under, in quanto saranno certamente chiamati in causa in queste gare. Infine, saranno chiamati all'esordio nella squadra senior 3 ragazzi dell'under 16.


Vieste, al contrario, nonostante la sconfitta nell'ultima gara, si presenta al match carichissima e con tutti i titolari. Il roster lo abbiamo più di una volta menzionato, ma per chi se lo fosse perso ecco a voi la carrellata. In primis abbiamo Neal, play americano, miglior giocatore della scorsa stagione nella serie D, secondo diversi allenatori e giocatori che hanno militato in D lo scorso anno, a questi si è aggiunto Mirando, play ex San Severo, grande tiratore da tre. A completare il pacchetto degli esterni abbiamo Sirena, guardia che lo scorso anno fece scintille prima con San Pietro Vernotico, poi con l'Aurora Brindisi. Sotto le plance abbiamo due volti nuovi: Williams e Guede, il primo, un mastino sotto canestro e molto prolifico (108 punti fino ad ora), mentre il secondo molto atletico e utilissimo a rimbalzo, a questi si aggiunge il cuore della squadra: Monacis. Oltre al capitano De Vita e al veterano Castriotta abbiamo tutta una serie di under validi, utili a coach De Santis per far rifiatare i titolari. Così come Altamura, Vieste arriva al match con sole tre sconfitte: tutte in trasferta, una contro Ruvo, persa solo per un ultimo quarto incerto, una contro Manfredonia e la scorsa contro Brindisi, ma a parte questi tre passi falsi la squadra ha tirato dritto e vinto con squadre come Cerignola, Adria Bari e Foggia.

Di certo non sarà la gara che viestani e altamurani si sarebbero aspettati di vedere alla vigilia, viste le assenze, ma si fa di necessità virtù ed il basket saprà regalare spettacolo anche in queste situazioni.