Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

TROPPO FORTE L'UDAS, MA E' GIA' L'ORA DEL DIAMOND FOGGIA

Venerdì 21 Ottobre 2016 in News

Prova del nove in quel di Foggia per gli altamurani dopo la sconfitta contro il Cerignola

Non è bastato il cuore e la grinta per bissare l'impresa di tre giorni prima contro Nardò, per battere l'Udas Cerignola. Forse, proprio quella vittoria è stata un'arma a doppio taglio, in quanto coach Marinelli ha caricato al meglio i suoi ragazzi, curando ogni minimo particolare della sfida. Eppure il risultato di 32 punti di scarto è bugiardo: la Libertas fino a metà del terzo quarto ha avuto più volte la palla per arrivare sul -2, mentre nel primi minuti dell'ultima frazione Radovic aveva più di una volta rischiato di riaprirla sul -10. Purtroppo la profondissima panchina dei viaggianti, 9 uomini a referto, che ha garantito freschezza di gambe e di idee, e due immensi Sims e Scarponi, sono stati troppo per De Bartolo e compagni che solo nell'ultimo quarto hanno lasciato che le barricate cadessero.

Bisogna ripartire proprio da un buono primo tempo, dove Barozzi non si è risparmiato sotto canestro, mentre Radovic, più di una volta, ha infilato la difesa avversaria,mentre tutta la truppa è stata abbastanza concentrata in difesa, dandosi una mano a vicenda per chiudere gli spazi. Bene l'esordio di Vignola, bagnato con i primi 2 punti a referto con la maglia biancorossa (si spera che il coach lo riesca subito ad inserire negli schemi di gara).

Ora, però, è gia tempo di pensare al Diamond Foggia.

Sempre molto ostica la trasferta che attende la Libertas Altamura Domenica 23 Ottobre: si andrà a far visita al Foggia, griffato Diamond, in un PalaColombo sempre molto indigesto per gli altamurani. Infatti l'ultima vittoria risale proprio a 6 anni fa quando Fui mise a referto ben 42 punti per aver la meglio dei foggiani (quelli erano i tempi del CUS). 

Foggia, almeno fino ad ora, ha gli stessi punti di forza e le stesse problematiche della Libertas: un quintetto ben rodato e di qualità, ma con una panchina molto corta. Vigilante e l'americano Evans (aggiuntosi in corsa) sono le conferma dello scorso anno, insieme a Papa e Vernò; da Manfredonia si sono aggiunti Aliberti, Ciccone e l'americano Miller, mentre da Vieste è arrivato il play Ucci. Squadra quindi che ha a disposizione tanti punti tra le mani ma coach Vigilante in ogni partita deve sempre fare tanta attenzione a centellinare le energie. 

Attualmente Foggia ha 6 punti in classifica, due in più degli altamurani. Viene da due sconfitte nelle prime due giornate contro Ruvo e Nardò, ma con l'aggiunta di Evans sembra che la squadra abbia quadrato il cerchio. Sono, infatti, seguite la vittoria a Castellaneta, dopo un over-time, e quella contro il Martina, mentre Giovedi, nel turno infrasettimanale, ha surclassato un incerottato Vieste, sfatando anche il tabù dell'Omnisport.

Non sarà affatto semplice anche quest'altra sfida, dove almeno sulla carta, le due squadre possono sembrare sullo stesso livello. Portare a casa i due punti sarà ancora una volta un' impresa, ma vorrà dire dare ossigeno ad una classifica cortissima.

Lasciamo parlare ora il campo.

1° q. 19-21; 2 q. 35-44; 3 q. 54-69; 4 q. 64-96

Libertas Altamura: Radovic 23, Perrucci 10, Fui 2, Barozzi 21, De Bortolo 3, Maietta 3, Vignola 2, Colonna ne, Castellano, Coach De Bartolo, Ass. Gelao

Udas Cerignola: Jovanovic e Leo 8, Marchetti 7, Tredici 3, Romano 4, Cooper 15, Scarponi 19, Sims 27, Gambarota 5, Coach Marinelli

Arbitri Menelao e D. Paradiso.