Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

SI APRA IL SIPARIO, AD ALTAMURA ARRIVANO I TORI ROSSI DEL NARDO'

Venerdì 16 Ottobre 2015 in News

Si affrontano due squadre che non hanno ancora conosciuto il sapore della sconfitta

La gara contro Nardò è l'ennesima prova del nove per testare la solidità del gruppo degli altamurani. Prove sempre in crescendo per i murgiani, e dopo Manfredonia, Bari e Ostuni, ad Altamura arriva la corazzata neretina. Squadra che per diversi anni ha calcato palcoscenici importanti, B2 e DNC, e che se presenta in terra murgiana con 6 punti in classifica e una partita in meno. Lasciamo come sempre a coach De Bartolo il compito di snocciolare il roster avversario:

"Squadra tra le più accreditate al salto in serie B. Il roster è esperto e di alta qualità. I playmaker sono Durini e Colella. Il primo, classe 93, è uno dei migliori giovani in circolazione, e vanta già esperienza importanti in B. Colella è un play maker esperto, che fa dell'intelligenza tattica e del tiro da fuori la sua arma migliore. Gli esterni sono tutti giocatori importanti: la guardia argentina Monier, una vita spesa sui campi di C risultando sempre tra i migliori realizzatori, ed il salentino Doc Provenzano, in passato diversi campionati di B, fino alle B1 con il Matera, ed ex compagno di squadra del vice coach De Bartolo, e l'ala Antonio Chirico, giocatore duttile capace di giocare anche da 4. Chiude il pacchetto esterni Ferilli, classe 86, giocatore capace di ricoprire 3 ruoli senza perdere qualità. Sotto canestro il punto di riferimento è Goran Bjelic, che ha al suo attivo diversi campionati vinti, l'ultimo con san severo dalla C2 alla C1. Completano il roster Dell'anna e Manca, giocatori di grande sostanza che non fanno mai mancare il loro contributo. L'allenatore è Alessandro De Pasquale, al primo anno a Nardò dove aver allenato in campionato esteri e, nelle ultime stagioni, essere stato il responsabile del settore giovanile a Francavilla Fontana."

Il cammino dell'Andrea Pasca è immacolato, prima giornata riposo, mentre a seguire, importante prova di forza contro Cerignola, marchiata Olimpica, nella seconda giornata spazzata 81-62. La prima in trasferta ha anche avuto un sapore “storico” visto che è andata a cogliere, dopo 8 anni, una vittoria in quel di Trani, mentre nella scorsa giornata ha sbrigato senza tanti patemi d'animo la pratica Castellaneta, con un perentorio +36 (96-60).

In casa Altamura c'è tanto ottimismo dopo la bella vittoria contro Francavilla, ma si va con i piedi per terra in quanto si riconosce il valore avversario. La situazione non è migliorata dal punto di vista degli infortuni, in quanto Radovic, Perrucci e Difonzo sono stati fermi per gli acciacchi, mentre sarà recuperato Barozzi. Purtroppo sono arrivate cattive notizie da Santarsia che dovrà operarsi a causa di una lesione al menisco (auguriamo al ragazzone di rimettersi presto). Con Woods che dovrà restare ancora lontano per qualche settimana, Esposito, Barozzi e sicuramente capitan Fui dovranno sudare sette camicie per dare peso sotto canestro dove ci sarà la presenza di Bjelic.

La Libertas Altamura non getterà comunque la spugna prima di combattere. La battaglia sarà dura ma l'impegno non mancherà.

Palla a due Domenica ore 18,30 al PalaPiccinni, tra i due tempi ci sarà la consegna della maglia ufficiale della Libertas Altamura alla famiglia di DOMI.

Arbitri dell'incontro Porcelli Mauro Simone e Marcone Marcelli di Corato