Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

TUTTI AL PALAPICCINNI ARRIVA LA CAPOLISTA

Giovedì 11 Dicembre 2014 in News

Bawer Altamura chiamata all'impresa contro il forte Cerignola degli americani Spud e Panaggio

Dopo la sconfitta di Bari la Bawer Altamura è chiamata ad un'altra impresa: il big-match contro la capolista Cerignola. Una sfida d'alta quota tra due formazioni che stanno esprimendo un buon basket.

I cerignolani dopo la sconfitta nel derby contro Vieste, all'esordio, hanno inanellato ben 8 vittorie consecutive, tra le quali spiccano le vittorie contro Ruvo e proprio contro l'Adria Bari. Da ora in avanti, anche per gli ofantini, inizia un periodo di fuoco, con il big match di Altamura e a seguire, quelli con Fasano, Manfredonia e Foggia. La squadra costruita dal presidente Rosario Saracino e messa a disposizione di coach Russo è un'autentica macchina da basket, primo posto con miglior difesa e miglior attacco. Tra le file giallo-blu spiccano i nomi di Castoro Michele, guardia classe 89' con una media punti di 17,1 a partita; Visaggio è l'ala piccola, lo scorso anno tra i protagonisti della cavalcata dell'Udas, vincitrice proprio del campionato di C e l'ala forte Vuovolo. A questi si aggiungono Padalino e Colapietro che danno permettono di far rifiatare i titolari. Ma le stelle del team cerignolano sono il pivot Spud, pivot da 20 punti di media a partita e il play Panaggio, 22,3 di media punti, tra i primi marcatori della stagione nonostante abbia saltato le prime gare in attesa del transfert.


La partita, quindi, non sarà facile, in quanto, presumibilmente, Laterza dovrà fare ancora a meno di Calia, oltre che a Favia, il quale rientrerà a gennaio. Certamente Fui&co. dovranno restare concentrati tutto il match, cercando di evitare di il disastroso black-out che si è visto nel terzo quarto della sfida contro l'Adria. Dovranno perseverare, continuare a giocare palla e magari chi gestisce il gioco cercare di chiamare in causa più spesso Fui, quasi mai con la palla in mano nei momenti topici della precedente gara. Il capitano biancorosso dovrà, comunque, dare sfoggio dei suoi cambi di mano e di direzione che danno il la alle sue penetrazioni che ci ha abituato a far vedere in questi anni, per alternare alle soluzioni da tre che tal volta sembrano un tabù.

In questa gara il fattore campo sarà fondamentale, in quanto la Libertas ha costruito una vera roccaforte al PalaPiccinni dove non perde ormai da più di un anno. Per far questo ci sarà bisogno di tutto il sostegno possibile di Altamura.

 

Quindi appuntamento al PalaPiccinni Domenica 14 ore 18,30 (INGRESSO GRATUITO) per gridare “forza Mura”.